No all’erba di plastica in Corso Italia a Gorizia

Passando lungo il controviale di Corso Italia a Gorizia, nel tratto prospiciente l’ex sede provinciale, si rimane colpiti dall’aiuola di separazione dalla carreggiata stradale, dove il tappeto erboso conserva un verde brillante nonostante il caldo della lunga estate e l’implacabile sole d’agosto. Il tappeto erboso rigoglioso e folto avvolge i tronchi delle alberature ed i cespugli delle rose. 
Sorge qualche dubbio, e guardando con attenzione lungo il bordo di pietra dell’aiuola si osservano alcune sbavature e si scorge il sottofondo di rete del tappeto. Si tratta infatti di un tappeto di erba sintetica, come quello dei campi di calcio per le squadre amatoriali o per le partite di calcio dei ragazzi.
Secondo il responsabile dell’Ufficio comunale del verde urbano si tratta di una prova e di un primo intervento per far vedere come potrebbero apparire le aiuole di Corso Italia (circa tre chilometri) alla fine dei lavori di ristrutturazione dei controviali, adottando a suo parere, questa soluzione innovativa che ridurrebbe decisamente i costi di manutenzione finora sostenuti. Non saremmo i soli ed i primi a coprire le aiuole con l’erba di plastica: ci sono altri illustri precedenti, ad esempio nella capitale ungherese Budapest. 
Che tristezza, sono passati quasi 150 anni dai tempi del Barone von Czoernig, quando da Gorizia, la Nizza austriaca, si spedivano a Vienna ogni mattina fasci di rose fresche. Oggi tante cose sono cambiate in meglio, il progresso ci ha liberato di tante schiavitù e di tanti disagi, ma dobbiamo rassegnarci all’erba di plastica ed ai fiori finti? Certamente NO, almeno per le cose più importanti e care , come la nostra città!

Sicuramente il passato in questo caso è una fonte di ispirazione anche se gli usi contemporanei (auto, pedoni, ciclisti) consiglino un ripensamento dell’arredo delle aiuole visto che gli attuali roseti sono poveri e disadorni causa soprattutto gli imponenti alberi storici che li sovrastano. Rose non protagoniste ma citazioni di un passato che ci sta a cuore.

Non si potrebbe fare uno sforzo e non tradire il nostro passato glorioso? Studiare e progettare delle soluzioni alternative, valutando le varie specie di erbe tappezzanti che il progresso anche nel settore del verde urbano ci mette a disposizione? Abbiamo una tradizione ed un glamour urbano da difendere!

Italia Nostra onlus Sezione di Gorizia
Legambiente Gorizia

Pubblicato in Senza categoria