2 marzo, a Gorizia si presenta il libro di Giorgio Bassani

Tra le iniziative programmate da Italia Nostra-Gorizia per festeggiare il suo cinquantenario c’è la presentazione del volume  “Giorgio Bassani, Italia da salvare. Gli anni della presidenza di Italia Nostra (1965-1980)”, che avrà luogo a Palazzo De Grazia (Via Oberdan 15, Gorizia) sabato 2 marzo 2019 alle ore 17. Interverrà Paola Bassani, figlia dello scrittore e Presidente della Fondazione Giorgio Bassani.  L’incontro inizierà con i saluti del Presidente di Italia Nostra-Gorizia, Francesco Castellan, dell’assessore alla cultura del Comune di Gorizia Fabrizio Oreti,  del presidente regionale di Italia Nostra  Renato Bosa e del direttore della Casa delle Arti Claudio Liviero, e si concluderà con un Intermezzo musicale a cura degli allievi della Scuola di Musica di Gorizia “Casa delle Arti”. A introdurre l’incontro con Paola Bassani sarà Elisa Trani, consigliere direttivo di Italia Nostra. Moderatore Luca Geroni.

Italia da salvare. Gli anni della Presidenza di Italia Nostra (1965-1980)

Oltre a essere narratore e poeta, consulente editoriale per Feltrinelli e vicedirettore della Rai, Giorgio Bassani fu tra i fondatori di Italia Nostra, associazione nazionale che ha tutt’oggi l’obiettivo di diffondere nel Paese la cultura della conservazione del paesaggio urbano e rurale, dei monumenti, del carattere ambientale delle città. “L’Italia è un Paese sacro non soltanto per noi, ma per il mondo intero,” scriveva Bassani, ai vertici di Italia Nostra per quasi trent’anni. La sua posizione e il suo impegno sono evidenti in questi testi, raccolti e ripresentati in una nuova edizione ampliata e corretta: interventi, discorsi, lettere, interviste e articoli scritti o pronunciati dal grande intellettuale nell’ambito della sua attività di presidente dell’Associazione, dal 1965 al 1980, e come presidente onorario negli anni seguenti. In filigrana emerge, attraverso un impegno donchisciottesco, faticoso e scomodo, a cui lui non è mai venuto meno, anche la sua attività letteraria, intellettuale. “In Bassani,” sottolinea Cristiano Spila, “la questione ambientale è, anzitutto, una questione morale. Dunque, pratica. Egli, infatti, pone la salvaguardia ambientale sotto l’egida dell’etica, sottolineando alcune costanti che sono anche la cifra stilistica della sua ideologia: la vocazione alla memoria e al passato, l’ambiente come protagonista, la storia come chiave di lettura, il rapporto dell’uomo con il tempo e lo spazio. Questi scritti ambientalisti aprono uno squarcio inusuale sul lavoro intellettuale di Bassani e indicano come lo scrittore si muova su un autentico crinale fra testimonianza e impegno, come su una linea tra essere e dover essere.” In apertura, una premessa di Paola Bassani e una breve presentazione di Oreste Rutigliano, attuale presidente nazionale di Italia Nostra.

Notizie biografiche su Giorgio Bassani

Giorgio Bassani (Bologna, 1916 – Roma, 2000) trascorse l’infanzia e l’adolescenza a Ferrara, che resterà per sempre nel suo cuore e diventerà teatro delle sue creazioni letterarie. Partecipò alla Resistenza e, dopo la guerra, si dedicò alla vita culturale come narratore e poeta, ma anche consulente editoriale della casa editrice Feltrinelli e vicedirettore della Rai. Fra le sue opere, riedite da Feltrinelli: Il giardino dei Finzi-Contini, lo straordinario ciclo Il romanzo di Ferrara, che raggiunse la sua forma definitiva nel 1980 e comprende Cinque storie ferraresi. Dentro le mura, Gli occhiali d’oro, Il giardino dei Finzi-Contini, Dietro la porta, L’airone e L’odore del fieno. Feltrinelli ha pubblicato, inoltre, Racconti, diari, cronache. 1935-1956 (2014) e Italia da salvare. Gli anni della Presidenza di Italia Nostra 1965-1980 (2018).

(dal sito www.lafeltrinelli.it)

 

Pubblicato in Senza categoria